Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

lunedì 25 aprile 2011

Asolo e Cittadella

Ritornando ai giorni di vacanza trascorsi a Bassano e dintorni oggi vi parlo di Asolo e Cittadella.
Asolo è ritenuto uno dei borghi più belli d'Italia. Asolo deriva il suo nome da Asylum ovvero rifugio, un luogo dove vivere in pace. Ed infatti ad Asolo si "rifugia" Eleonora Duse, una volta lasciate le scene, a 51 anni. Cosa si vede d'interessante ad Asolo: Entrando in Asolo s'incontra palazzo Polo con le sue finestre a trifora,la fontanella zen e poi si prosegue sino alla piazza centrale del paese dedicata a Garibaldi con l'antica fontana col leone di S. Marco. Al nostro arrivo la piazza è occupata dalle bancarelle degli antiquari. Scendendo alcun i gradini si entra nella Cattedrale dove all'interno si trova l'Assunta, un capolavoro di Lorenzo Lotto.Usciti dalla Chiesa si sale leggermente al castello della Regina Cornaro che ora è sede di un ristorante. In via Canova si trova la casa della Duse, facilmente visibile per la sua facciata rossa, mentre salendo per via dante si ammira Villa Scotti-Pasini e proseguendo per la salita, dopo 200 gradini che noi non abbiamo percorso, si arriva alla Rocca. Lasciata Asolo ci siamo spostati a Cittadella. Questa è una delle numerose città murate venete, certo tra le più ben conservate in Europa essendo stata fortificata nel 1200.
Cittadella fu a lungo contesa fra Scaligeri e Carraresi, per poi far parte dei possedimenti dei Carraresi il cui simbolo, il carro, campeggia su una delle antiche porte della città. Infatti sono ancora visibili le porte della città dalle quali chiunque anticamente avesse voluto entrare avrebbe dovuto prima passarne i ponti levatoi. Noi giungiamo a Cittadella mentre associazioni di volontariato vivacizzano la città con bancarelle, banda e majorette.

Nessun commento:

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata