Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre mie foto clicca qui http://scattipercuriosita.blogspot.it

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

mercoledì 6 gennaio 2021

REGALO DI NOZZE - Andrea Vitali


Ho letto tutto d'un fiato questo libro di Andrea Vitali.

In questo lungo racconto ambientato sempre in ambito Lariano, Vitali descrive il ritorno a casa del ventinovenne Ercole Correnti. 

Ercole chea breve si dovrà sposare, nell'andare a casa per il pranzo della domenica con la mamma vede sul lungolago una 600 bianca del tutto simile a quella acquistata dal padre vent'anni prima e sulla quale Ercole aveva fatto il primo viaggio della sua vita per raggiungere il mare. In realtà, dopo svariate ore di viaggio ed una teglia di parmigiana consumata in un area di sosta, il mare l'avevano visto solo da lontano per poi riprendere la via del ritorno.

Nonostante tutto, quella gita, con i genitori e lo zio Pinuccio rimane per Ercole indimenticabile come pure i racconti dello zio. Quest'ultimo ritenuto dalla sorella Assunta, mamma di Ercole, un Gagà per l'eleganza e i modi da sciupafemmine, dimenticherà le donne del paese e metterà la testa a posto ma sarà coinvolto in un incidente durante io viaggio di nozze, i cui retroscena sarà Ercole a scoprirli durante il pranzo dalla mamma vent'anni dopo.

Questo raccolto scivola velocemente, con belle e precise descrizioni dei luoghi e dei personaggi, una trama avvincente che prende il lettore, lo coinvolge e lo porta sino alla fine.



FILASTROCCA DELLA BEFANA - Gianni Rodari


                                              Mi hanno detto, cara Befana,

che tu riempi la calza di lana,
che tutti i bimbi, se stanno buoni,
da te ricevono ricchi doni.

Io buono sono sempre stato,
ma un dono mai me l’hai portato.
Anche quest’anno nel calendario
tu passi proprio in perfetto orario,
ma ho paura, poveretto,
che tu viaggi in treno diretto:
un treno che salta tante stazioni
dove ci sono bimbi buoni.

Io questa lettera ti ho mandato
per farti prendere l’accelerato!
O cara Befana, prendi un trenino
che fermi a casa d’ogni bambino,
che fermi alle case dei poveretti
con tanti doni e tanti confetti.


Ormai siamo cresciuti e la Befana rimane un grazioso ricordo della nostra infanzia, quindi nessuna calza e nessun dono, solo la speranza di tanta salute e serenità.

Buona Epifania!!!

domenica 3 gennaio 2021

PER IL MIO NATALE...


 questo è il mio ultimo lavoro, un cuscino natalizio.

ho composto questo schema traendo spunto da immagini di veronique enginger e poi mettendoci del mio.

L'obiettivo era terminarlo e confezionarlo per Natale... diciamo che non so come considerarlo se in ritardo per il natale 2020 o in netto anticipo per il Natale 2021 :-)

Ad ogni modo sono soddisfatta di ciò che ho fatto finora, voi che ne dite?


venerdì 1 gennaio 2021

IL NOSTRO CAPODANNO

Dopo una serata di fine anno trascorsa in casa a guardare Amadeus e a consolare il micio spaventato  dai botti eccoci al 1 gennaio 2021 da festeggiare con un piacevole pranzo:
aperitivo con rossini accompagnato da vol au vent, peperoni in bagna cauda.
Antipasti: tartine al formaggio erborinato, salame cotto, uova mimosa, involtini di bresaola, vitello tonnato
Primo: anolini in brodo
Secondo: cotechino con lenticchie e purè





 

giovedì 31 dicembre 2020

BUON ANNO


 Ci siamo lasciati alle spalle il 2020, un anno difficile per tutti e particolarmente per me e la mia famiglia.

C'è davvero da augurarsi che questo nuovo anno in arrivo sia migliore.

Tuttavia non tutto del 2020 è da buttare, vorrei salvare i momenti trascorsi con le persone che mi sono state vicine, di persona o telefonicamente o tramite i social, a loro va il mio grazie ed augurio speciale.

Buon anno!!!!

mercoledì 30 dicembre 2020

DON PRUSOT E IL DELITTO ALLA BOCCIOFILA - di Giuseppe Grinza

 Ho terminato la lettura di questo romanzo scritto da Giuseppe Grinza per l'editore Baima Ronchetti.

Negli anni cinquanta nel  piccolo paese piemontese di Pravorino don Prusot è il parroco, così chiamato perchè ama mangiare i prusot martin, pere cotte nel vino, aromatizzate con chiodi di garofano e cannella e ricoperte di cioccolato.

Il presidente della bocciofila del paese che confina con la parrocchia, tale Filippo Giacometti, si contrappone a don Prusot in una sorta di Peppone e Don Camillo guareschiano.

Accade che viene scoperto un furto nella dispensa della canonica, ovviamente ai danni di Don Prusot. Quest'ultimo sospetta del Giacometti, tuttavia le indagini del maresciallo Contini non giungono tempestivamente ad una soluzione.

Si susseguono situazioni esilaranti anche grazie ad una particolare descrizione del paese, dei suoi abitanti, di usi e costumi passati e anche grazie al club delle pepie, le donne del paese.

Il romanzo è piacevole, molto ironico tanto da strappare risate genuine, scorre velocemente in curiosendo il lettore alla ricerca del colpevole.

E quindi un'opera di cui consiglio la lettura.

traduci translate traduire

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata