Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

sabato 28 gennaio 2012

Salumi Artigianali Armini - il Salame cotto al vino Favorita

Mi sono accorta che non vi ho ancora parlato di un altro prodotto artigianale del Salumificio Armini di Guarene d'Alba, ovvero il salame cotto. Credo di poter affermare senza timore di smentita che il salame cotto è un prodotto tipico piemontese che però non è facile trovare fatto a regola d'arte.
Che cosa intendo? Ve lo faccio vedere:

Allora, il salame cotto  deve essere morbido, saporito e profumato senza eccedere nelle spezie e nei sapori, e non deve essere troppo grasso.
Ho portato in tavola il salame cotto del Salumificio Armini e devo dire di aver riscontrato con piacere queste caratteristiche.

mercoledì 25 gennaio 2012

due simpatici riccetti



Ecco a voi due simpatici riccetti.... dove andranno così di fretta col secchiello? forse in spiaggia a fare castelli?
Staranno benone come decorazione a punto croce di un accapatoio per il vostro bambino o sul telo da bagno, oppure ovunque vorrete due simpatiche birbe un po' spinose. :-)

martedì 24 gennaio 2012

Scarpine per Bebè...

Questa sera vi mostro un paio di scarpine di lana fatte ai ferri che saranno un mio piccolo omaggio per la primogenita di una mia cara amica.
Un pensierino di buon auspicio, simbolico: un paio di scarpine di lana che riscalderanno i piedini della bimba e l'accompagneranno nei primi passi in questo mondo.
Auguri Martina!!!

lunedì 23 gennaio 2012

Le nostre mani e Sutter - garanzia d'igiene

Ho letto in questi giorni che numerosi studi scientifici dimostrano che le nostre mani hanno un ruolo estremamente importante nella diffusione di batteri e virus in ogni ambiente.
Questa è sempre stata una mia convinzione, badate non sono di quelle batteriofobe che si lavano le mani ogni minuto, ma in certe situazioni l'igiene è indispensabile.
La situazione che più mi da fastidio è quella dell'utilizzo del bancomat. Credo che sia uno dei luoghi più "sporchi" con il quale si viene in contatto ma oggi grazie al Gel Igienizzante Mani della Sutter il bancomat ed i suoi batteri non sono più un problema.
Il Gel Igienizzante Mani si usa senz'acqua, previene germi e batteri, agisce in 15 secondi ed elimina anche gli odori lasciando invece le mani morbide e con un leggero e gradevole profumo di mentolo.
Non unge, non macchia e penso che sia un'ottima soluzione per tutte quelle situazioni in cui si desidera pulire le mani, in genere quando si è fuori di casa e  quando non si dispone di acqua e sapone.
La confezione  è da 90 ml, nella foto la potete vedere,  non è ingombrante anzi è un formato che può stare tranquillamente nelle nostre borsette.
Ormai non me ne separo più!



sabato 21 gennaio 2012

Vermi

Quest'oggi ho avuto l'ispirazione per una poesia, ve la propongo, precisando onde evitare pettegole curiosità che non è certo dedicata a mio marito ma è legata ad un avvenimento  recente della mia vita sociale.
Voi dedicatela a chi volete.... se volete.

Vermi, invertebrati striscianti
non li trovi solo nei campi,
ma sui marciapiedi, nelle strade,
negli uffici, nelle case,
ovunque possano sguazzare
nelle pozzanghere putride dell'ipocrisia.

Vermi, parassiti d'opportunismo
cicale travestite da formiche
nell'estate solare dell'onestà.
Vermi, uomini,  invertebrati striscianti,
da evitare, per la nostra tranquillità.

mercoledì 18 gennaio 2012

Antipasto tiepido con salame al tartufo bianco Armini


Vi propongo un antipastino veloce veloce, di quelli da preparare quando vi arriva un ospite imprevisto per prendere tempo mentre preparate la cena.
L'antipasto di questa sera è semplice ma sicuramente gradito, lo potete servire accompagnato da cubetti di formaggio tipo emmental, asiago, fontina e simili.
Cosa serve:
pasta sfoglia o brisée
timo o maggiorana
salame al tartufo bianco d'Alba Armini
Come si prepara:
beh bisognerebbe fare una sfoglia fresca ma se abbiamo ospiti e siamo previdenti in frigorifero avremo una pasta sfoglia già pronta, meglio ancora una pasta brisée.
La svolgiamo e con una rotella tagliapasta ne ricaviamo dei nastri larghi massimo tre cm e lunghi 10-12. Intanto avremo affettato il profumatissimo e stuzzicante salame al tartufo bianco del salumificio artigianale Armini e ne avremo ottenuto dei tocchetti. Spruzziamo di timo o maggiorana i nastri di sfoglia e posizioniamo i tocchetti di salame. Prendiamo i due lembi di ciascun nastro e li incrociamo asimmetricamente. Inforniamo per 10-15 minuti in forno preriscaldato a 180° C.



Nella foto  vedete  gli antipastini ancora da cuocere appoggiati su un piatto quadrato in polpa di cellulosa Ecobioshopping mentre quelli già cotti sono stati serviti in un piatto quadrato fondo Ecobioshopping in foglia di palma.
Infilzati nei cubetti di formaggio invece le forchettine sticker in legno Ecobioshopping.


Ecobioshopping è l'azienda che produce stoviglie biodegradabili, ecologiche, in cellulosa o foglie di palma, rispettose dell'ambiente a costi accessibili in un equilibrato rapporto qualità-prezzo.

domenica 15 gennaio 2012

muffin cannella e mandorla


Questa sera vi propongo la ricetta dei muffin alla mandorla e cannella.
Sono veramente deliziosi e leggeri adatti alla colazione, infatti io e mio marito questo week end con questi muffin ci siamo proprio coccolati.
Ecco cosa occorre:
150 g di farina 00
50 g di farina di mandorle o mandorle tritate
125 ml di latte intero
2 uova
90 g di zucchero
80 g di burro
1 cucchiaino di cannella regina in polvere Tec-al
1 bustina di lievito
granella di mandorle o nocciole




Mescolate la farina con la farina di mandorle. Aggiungete le uova e lo zucchero, il burro, la cannella Tec-Al  e il latte nel quale avrete sciolto il lievito.


Mescolare bene con la frusta e una volta ottenuto un impasto omogeno ma cremoso, versarlo nei pirottini unti ed infarinati. Termnare con una spolverata di granella di mandorle o nocciole.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 12-15 minuti.










sabato 14 gennaio 2012

il presepe con il campanile - San Francesco al campo


Il presepe di San Francesco al Campo è allestito nella canonica settecentesca attigua alla Cappella della Beata Vergine Assunta in Borgata Madonna a San Francesco al Campo.
Questo locale fino a qualche decennio fa era destinato all'uso di stalla e ancora se ne comprende tale destinazione, muri di mattoni, volte a botte, un'ambientazione davvero originale.
Il presepe è conosciuto come "el presepi con èl ciuchè" ovvero "il presepe con il campanile" in quanto è proprio rappresentato il campanile nel quale per diversi anni fu allestito il presepe prima di "traslocare" nella nuova sede.


Il suo allestimento è opera dei volontari dell'Avis. La cappella è facilmente raggiungibile, davanti ad essa vi è un'ampio piazzale dove poter parcheggiare. Il locale dove si può ammirare il presepe è un po' buio, ma è riscaldato non solo dall'atmosfera di dolce mistero che accompagna sempre le natività ma anche da una calda stufa a legna alimentata dai volontari stessi.  Oltre al presepe sono esposti anche altri presepi in vendita.
Anche questo presepe è molto caratteristico e piacevole da vedere e anch'esso appartiene al circuito di Presepinsieme del canavese e delle valli di Lanzo.

venerdì 13 gennaio 2012

ancora presepi - Balangero

Questa sera vi posto le foto di un altro presepe in provincia di Torino più precisamente quello di Balangero.
Balangero è un comune a 400 m sul livello del mare,  all'imbocco delle Valli di Lanzo che è divenuta nota perchè all'inizio del 900 fu attivata la più grande cava amiantifera d'europa, rimasta attiva per circa 80 anni ed ormai dismessa.


Il paese con le sue caratteristiche strade strette è molto grazioso, e sormontato da una bella chiesa del 700 in stile tardobarocco progettata da Ludovico Quarini. In una piccola cappella, la cappella di san Rocco, nel centro del paese invece è stato allestito il presepe meccanico.


Il presepe  occupa circa 65 mq, con stelle in fibre ottiche, prati in muschio vero, 95 personaggi meccanici costruiti a mano con materiali di recupero, che rappresentano i mestieri del tempo, il fornaio, il cardatore, il falegname, etc.




 




Ho trovato un'idea originale il temporale con tuoni e lampi durante la notte, e i boscaioli che abbattono un albero, con la realistica caduta della pianta accompagnata dal tipico rumore.
Insomma, anche questo un presepe tutto da vedere per la cura con cui i borghigiani di Balangero l'hanno realizzato.

giovedì 12 gennaio 2012

come ti servo la porchetta?

Bella, profumata, suadente... la porchetta prodotta da Salumi Artigianali Armini mi sta osservando e tentando.
Veramente sono molto indecisa su come servirla. Di sicuro così, al naturale, deve essere già buona ma come renderla ancora più sfiziosa?
Ci penserò su e poi deciderò.... chiaramente ogni consiglio è benvenuto.
A presto!

mercoledì 11 gennaio 2012

schemi free per bimbi - pinguini e regali


Vi propongo alcuni schemi simpatici da ricamare a punto croce ideale per i bambini.

martedì 10 gennaio 2012

tartine sfiziose


Ho preparato queste tartine di pane integrale con semi di girasole sulle quali ho spalmato il pesto di pistacchi, sopra ho fatto cadere leggermente la granella di nocciole. Su questa base ho appoggiato una fetta tagliata a metà di salame al barolo Armini alternata con uno spicchio di provolone dolce.


Per il pesto di pistacchi:
Occorre sgusciare i pistacchi,immergerli in acqua bollente per poterli privare agevolmente della buccia viola,  metterli in un mortaio con un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e un cucchiaio di  parmigiano grattugiato. Pestare il tutto sino ad ottenere una crema omogenea.
Ho presentato in tavola queste tartine su un piatto Ecobioshopping  un piatto piacevole alla vista, ecologico, bio e igienico.

lunedì 9 gennaio 2012

Presepi in Piemonte - il presepe degli Zar a Volpiano

Scoperto quasi per caso visitando il presepe allestito nella cappella della confraternita di Volpiano, situato nel vicino palazzo Olivieri, in centro a Volpiano, ne siamo stati rapiti per l'originalità.
Intanto quella di immaginare la nascita di Gesù in Russia, in un paesaggio bianco di neve e colorato di lacche e ricco di ori. Originale poi per i materiali con i quali è stato costruito, materiali da riciclo,di scarto quali ad esempio bottiglie di plastica il tutto dipinto  da Lella Burzio.



Nella foto qui sopra la "capanna" dove Gesù è nato in questo scenario russo, in realtà è un baldacchino la cui base è realizzata con un sottovaso capovolto ed arricchito da mosaici.
Sicuramente originale e vi assicuro molto suggestivo!

domenica 8 gennaio 2012

Stuzzichini con salame crudo Armini


Vi posto ora la foto di uno stuzzichino proposto per il pranzo di Natale come piccolo aperitivo... 
ma proprio piccolo, un po' perchè lavorare sino al 23 sera non permette di preparare grandi cose soprattutto se si è già KO  per stanchezza, in secondo luogo  si tratta di un piccolo aperitivo perchè noi le feste le trascorriamo sempre in romantico tete-a-tete!


Stiamo insieme da poco, in fondo sono poco più di tre anni che siamo sposati, e non sentiamo ancora il bisogno di avere molta gente attorno.
Insomma, per aperitivo ho preparato queste veloci, velocissime, tartine con formaggio aromatizzato alle erbe, timo, pistacchi e salame crudo di puro suino Armini, alternate a tartine farcite con ricotta, semi di sesamo, proscutto cotto e un triangolino di peperone al forno.


Vi assicuro che nonostante la semplicità erano molto buone, del resto quando si usano prodotti genuini come quelli che trovate a Guarene nell'Azienda Salumi Artigianali Armini si ha già un garanzia di riuscita. Sono prodotti gustosi, genuini e garantiti dall'esperienza  pluriennale e dalla serietà della famiglia Armini.

e dopo le feste... SUTTER!

Quest'anno purtroppo le feste natalizie e di fine anno sono trascorse un po' così, in maniera anomala. Sono arrivata a Natale "godendo" si fa per dire, solo del 23 dicembre di ferie, dopo giorni di lavoro con straordinari. La settima dal 27 al 30, sebbene fosse una settimana corta ancora lavoro e ancora straordinari. Il 1 gennaio mio marito ha ceduto alle lusinghe dell'influenza intestinale ed io il 3 ho ricominciato a lavorare ma il 5 mi sono dovuta per forza fermare, l'influenza ha voluto anche me. Così quello che di solito per me è un periodo per spadellare qualcosa di diverso da mangiare è stato invece il momento di "apprezzare" deliziosi risi in bianco.
Ciò non mi ha però impedito di dare una ripulita alla cucina, anche perchè non ho impiegato molto tempo, non solo perchè la mia cucina è piccola ma perchè ho avuto un complice fantastico:

lo sgrassatore supermarsiglia di Sutter


è efficacissimo sullo sporco della cucina che  sappiamo bene quanto può essere grasso e vischioso e difficile da mandare via.
Lo Sgrassatore dopo aver pulito  lascia un buon odore e si prende cura non solo dei fornelli e dei piani di lavoro ma anche dell'ambiente, infatti  fa parte della linea che sutter ha chiamato IlSalvambiente, una linea di detergenti in ricariche concentrate ed idrosolubili che offrono la stessa capacità pulente dei normali detersivi ma con il 50% di risparmio perchè abbatte i costi di trasporto e di imballaggio.
Io sono molto soddisfatta di questo prodotto e mi piace pensare che tante donne come me apprezzeranno la nuova filosofia di consumo perseguita da Sutter i cui risultati sono in breve i seguenti.
  • la famiglia  risparmia la metà
  • la casalinga ha meno peso nella borsa della spesa
  • in casa c'è più ordine perchè la ricarica  occupa meno spazio
  • abbiamo meno rifiuti di plastica  da smaltire
  • c'è un numero inferiore di camion che circola per trasportare questo prodotto e quindi meno emissioni di CO2 nell'aria
Risparmio e attenzione per l'ambiente, non mi sembrano cose da poco di questi tempi!!!

  

sabato 7 gennaio 2012

Una poesia per coloro che desiderano una vita migliore

Ogni  nuovo anno è sempre ricco di attese, che le cose vadano meglio economicamente, che la salute ci accompagni, che magari il lavoro non ci dia più pensieri.... Tutti abbiamo i nostri motivi per sperare in un cambiamento. Stamani mio marito mi ha portato un libro per aiutarmi a passare il tempo durante quest'influenza, è un libro di poesie di Costantino Kavafis e mi ha colpito la poesia scelta per la copertina, ve la propongo.

Quanto più puoi

Farla non puoi, la vita, come vorresti?
Almeno questo tenta quanto più puoi:
non la svilire troppo
nell'assiduo contatto della gente,
nell'assiduo gestire  e nelle ciance.

Non la svilire a furia di recarla
così sovente in giro,
e con l'esporla alla dissennatezza quotidiana
di commerci e rapporti, sin che divenga una straniera uggiosa.

Presepi in Piemonte - il presepe di Forno Canavese


Ormai dovreste sapere che non amo le mete esotiche - sì bel mare, acque limpide, cieli tersi, sole caldo, ma dopo qualche giorno giunge la noia, il dolce far niente se non il rosolarsi al sole non fanno per me - e allora dove andare nel periodo natalizio? ma che domande, in un luogo nel quale riviva l'atmosfera serena e leggera, misteriosa e dolce del Natale: ovvero in giro per presepi.
Di fronte ad un presepe, statico o meccanico, credo che tutti, credenti e non,   si ritorni un po' bambini, gli occhi sgranati davanti alle statuine, stupiti dai meccanismi che lo animano, e da bravi adulti si ammiri  il lavoro paziente delle persone che lo hanno creato.
Questo primo presepe che abbiamo visitato si trova a Forno Canavese, un paese a 30 km da Torino, posto  a circa 600 m sul livello del mare.
Qui nella cappella adiacente alla Chiesa parrocchiale viene allestito questo presepe che occupa una superficie di oltre 50 mquadrati. Suggestivo ed originale è lo scenario sovrastato dal tronco di un grande ulivo, albero biblico per eccellenza, a simboleggiare le tortuosità e le tribolazioni della nascita di Gesù, tronco inserito all'interno di una grotta per la cui costruzione sono stati necessari ben 600 fogli di carta.
Appena entrati ci viene indicato di premere un pulsante che da inizio al circuito giorno notte del presepe della durata di circa 4 minuti. Il primo paesaggio che viene proposto è quello tipico della palestina, un'oasi con sullo sfondo le tipiche case bianche. Al di là del tronco d'ulivo, il paesaggio cambia, è ricostruita un'intera borgata con le casette, la chiesa in pietra ed è persino riprodotto un mulino a vento in stile olandese che nella realtà si trova davvero  sulle colline di fronte al paese di Forno, il mulino Val.

Le statue sono davvero tante e quelle in movimento sono circa una trentina: la margara che munge la vacca, i legnaioli che segano un tronco, le galline che beccano nel pollaio, gli uccellini che saltellano su un albero, il maniscalco che ferra il cavallo, il vignaiolo che lavora nella vigna, il bambino che si dondola sull'altalena, Gesù bambino che si solleva e apre le braccia sono solo alcune. Oltre al variare del giorno e della notte, presepe scorre un ruscello e qua e là vi sono alcune fontanelle.





Insomma, è un presepe dai particolari molto curati e tutto artigianale che merita di essere visto! Ve lo consiglio!!!
Il presepe è inserito nel circuito "in viaggio tra i presepi del Canavese e delle Valli di Lanzo" che comprende anche i presepi di Cantoira, Balangero, Ciriè, Pratiglione, San Francesco al Campo e Volpiano.
Visitate il sito   http://www.presepepratiglione.beepworld.it/presepinsieme.htm per avere maggiori informazioni.

giovedì 5 gennaio 2012

e per l'Epifania....

io lo seguo a ruota!
accidenti all'influenza!!!

martedì 3 gennaio 2012

centro tavola che strizza un occhio all'ecologia


La foto che vi posto oggi è per mostravi un centrotavola che ho usato in questi giorni di festa. A me piacciono molto le candele per l'atmosfera calda che rendono negli ambienti in ambito natalizio mi fanno pensare maggiormente a quel mistero che è la nascita di Gesù.
Questo che vi propongo oggi è un centro tavola molto semplice, come base ho usato un piatto esagonale in foglia di palma di Ecoshopping, una candela colorata e di forma insolita, un nastro rosso e argentato.

domenica 1 gennaio 2012

Un capodanno alternativo.....

col marito a letto con l'influenza!!!!

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata