Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

venerdì 25 aprile 2014

Isola Bella





L'isola Bella è un ricordo delle gite scolastiche, ma nelle due volte che ci sono stata non ho mai avuto occasione di visitare il palazzo e i giardini. 
Devo dire che forse per questo li ho maggiormente apprezzati ora.
La visita ha avuto inizio dalle sale del palazzo seicentesco partendo dal primo piano,  tutte articolare intorno al salone centrale, luminossissimo e che si affaccia sul lago. 


Molto importante dal punto di vista storico è la sala che viene ricordata per la  Conferenza di Stresa del 1935.






 Nelle sale abbiamo potuto ammirare stucchi e  quadri di pittori eccellenti come Luca Giordano e Francesco Zuccarelli
Al piano terra l'accesso ai giardini è preceduto da sale con decorazione ad imitazione delle grotte, con ciottoli e sassi, qui il palazzo ha mura molto spesse e sono i locali ideali per la residenza estiva in quanto freschi e ombrosi.

AI giardini  si accede tramite l'atrio di Diana",  chiuso sul fondo da una nicchia con statua di Diana,

 ai cui lati partono due scalinate che introducono al  "piano della Canfora", così detto per il grandioso  albero di Cinnamomum camphora

Da qui si ammirano tre esedre sovrapposte e ornate da numerose statue che sul lato del piano della canfora viene chiamata   Teatro Massimo 




mentre nella parte retrostante assume la forma di una piramide. 

Salendo una scalinata  si giunge alla terrazza superiore.dalla quale si può ammirare la statua del liocorno e il panorama sul lago
Riscendendo le scale si accede ai giardini laterali, ornati con bossi, siepi di azalee di diversi colori, aiuole di tulipani, piante di camelie.... e pavoni bianchi.







4 commenti:

Andrea ha detto...

Che posti meravigliosi! Sono stato una volta a Stresa per un convegno, ma non ho avuto il tempo di visitare l'isola. Buon 1° maggio

Catherine ha detto...

Very beautiful. Thank you for sharing these wonderful photo's.

Laura Zarri ha detto...

Le isole borromee sono incantevoli, anche l'isola dei Pescatori, piccola e perfetta. Che belle foto! Sei anche riuscita a beccare il pavone mentre faceva la ruota!!! Io non ci sono mai riuscita... Ciao!

agapanto_67 ha detto...

sono luoghi davvero piacevoli, poi se si trova anche bel tempo è il massimo della goduria.
grazie dei vostri commenti cari amici

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata