Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

domenica 2 gennaio 2011

Gita di fine anno...VIGEVANO

Per terminare al meglio l'anno io e mio marito abbiamo deciso di fare un giro a Vigevano. Un giro all'insegna dello slow living, ovvero del vivere senza fetta. Abbiamo infatti deciso di prendercela comoda, di lasciare l'auto a casa e usare il treno che dalla nostra città a Vigevano ci ha costretto a due cambi di cui uno su una carrozza/motrice unica che da Vercelli ci ha portato a Mortara, dove abbiamo finalmente cambiato per Vigevano. Diciamo che abbiamo apprezzato la lentezza come occasione per ammirare dai finestrini il paesaggio invernale, le risaie gelate, gli alberi spogli, le cascine etc etc.
Di origine longobarda Vigevano nacque come luogo fortificato corrispondente all'attuale cortile del Castello. Successivamente si sviluppò il borgo esterno, le cui case ed edifici sorsero sul luogo oggi occupato dalla famosa Piazza Ducale. Divenne Comune a partire dal 1198, ma solo a partire dal 1277 si lega alla storia delle potenti famiglie milanesi dei Visconti prima e degli Sforza poi. Il castello divenne residenza estiva, e poi adibito a dimora di prestigio grazie all'opera di artisti come Bramante.
E' infatti la sua famosa torre a svettare sulla piazza Ducale. Purtroppo non siamo stati fortunati e abbiamo trovato il castello chiuso alle visite, in parte in restauro, così abbiamo dovuto accontentarci di visitare il Duomo e le chiese di San Francesco e san Dionigi. Nel collage di foto la piazza ducale, la facciata del Duomo, la torre del bramante e un caratteristico lampione, un particolare di un presepe napoletano, e la fontana dedicata a San Francesco d'Assisi che si trova di fronte all'omonima Chiesa.
Il colpo d'occhio della piazza Ducale vale comunque la pena per i suoi porticati dalle facciate dipinte, la facciata concava del duomo, i numerosi comignoli, i lampioni ed ora, in periodo natalizio, è stata abbellita da un bell'abete e dalla capanna con il presepe: peccato che qualcuno abbia rapito il bambinello, notizia che è stata pubblicata non solo sui locali quotidiani.

La gita non poteva concludersi con uno sguardo ai negozi sotto i portici di piazza Ducale, e con un salto in uno dei caffè, il Caffè Commercio, che all'ombra del biscione visconteo ci ha servito una favolosa cioccolata calda.

1 commento:

giglio ha detto...

Ciao, cara!
Ti lascio qui gli auguri di buon anno!

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata