Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

venerdì 21 novembre 2014

sabato 15 novembre 2014

grotte sainte marie madeleine

Piove, anche parecchio, il cielo è grigio e tutto sembra più triste.
Rimpiango l'estate anche se la scorsa estate non è stata calda, almeno in Italia.
In Francia invece .... sole e ancora sole.
Che malinconia!
Vorrei tornare indietro a quei giorni, per ora almeno solo riguardando le foto e ripercorrendo gli itinerari, come la visita alla Baume di Sainte Marie Madeleine.
Siamo nel dipartimento del Var nella località chiamata plan D'Aups Sainte Baume.
La Baume è una grotta, dove è stato costruito un santuario gestito dai Dominicani. Si raggiunge facendo una bella passeggiata di circa 45 minuti, perché si trova a metà di un costone geologico che si estende per 12 chilometri ed è una curiosità geologica che ha origine alla fine del terziario.
Maria Maddalena fu la donna che Cristo liberò dai sette demoni e che fu  presente ai piedi della croce e al quale Gesù apparve per  prima la mattina di Pasqua. Secondo la tradizione della Provenza, fu espulsa dalla Palestina con diversi discepoli per la  persecuzione contro i cristiani. Affidati ad una barca arrivarono a Les Saintes-Maries-de-la-Mer e divennero i primi evangelizzatori della Provenza. Maria Maddalena  si stabilì in questo ripida montagna, nella Grotta, che da allora ha portato il suo nome.









L'accesso alla grotta avviene percorrendo a piedi una strada che passa per il bosco, detta  Il cammino del Re, che nonostante sia la più comoda e rilassante  in alcuni tratti raggiunge una pendenza dell'8 e anche del 12%, ma comunque fattibile anche per chi, come me, non ama le salite.



L'ambiente naturale è molto bello, alti alberi frondosi regalano ai pellegrini in salita una piacevole ombra. A metà strada una fontanella potabile porta ristoro. Avvicinandosi alla grotta la strada diventa una gradinata.



Un portale introduce al complesso del santuario, che accoglie il visitatore con un Calvario ad altezza naturale.
proseguendo ancora si giunge al piazzale sul quale si affaccia la grotta con l'ingresso alla Chiesa.



Il luogo è molto suggestivo, la grotta è chiusa da un muro che costituisce la facciata della chiesa con finestre adornate da vetrate artistiche.

Al piano inferiore, la cripta un antro poco illuminato e con numerose infiltrazioni d'acqua, ma sicuramente suggestivo.
Dal sagrato della Chiesa vi assicuro che il panorama è fantastico e vale assolutamente la pena, insieme alla visita alla grotta, della salita, tra l'altro piacevole immersa nel verde, nel profumo e nei rumori del bosco.

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata