Se non vuoi perdere nessun post del mio blog clicca su segui

Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


Per vedere tante altre foto clicca su http://scattipercuriosita.blogspot.it

traduci translate traduire

mercoledì 27 agosto 2014

Carces il villaggio dei murales e delle fontane

Nel nostro peregrinare estivo in Provenza ci siamo trovati in questo grazioso villaggio, accolti dal sonnecchiare indolente di questo bel gatto

Carces è un villaggio noto in Provenza per i murales infatti sulla facciata del palazzo posto proprio di fronte a questo gatto pigrone ecco il primo murales con personaggi a grandezza naturale


Seguendo l'itinerario proposto nella brochure ottenuta nel vicino office de tourisme incontriamo altre facciate dipinte raffiguranti antichi mestieri e personaggi d'altri tempi


ma non solo, talvolta svoltando in qualche vicolo non è facile distinguere l'architettura reale dall'illusione pittorica, un paese davvero fuori dal comune:



Questo villaggio può anche essere visitato con l'obiettivo di scoprire le sue fontane, ne vanta davvero parecchie tanto che l'ufficio del turismo ha approntato anche per queste un itinerario tematico, al quale noi eravamo meno interessati.

Piccola curiosità: questo villaggio si trova poco distante da Correns paese nel quale si trova la tenuta del  castello di Miraval che in questi giorni è diventata improvvisamente famosa sulle riviste di gossip trattandosi della tenuta di proprietà di Brad Pitt e sua moglie Angelina Jolie e dove la coppia è convolata a giuste nozze.

domenica 24 agosto 2014

Entrecasteaux... 4 giorni di festa per il santo patrono

Quest'estate una delle nostre mete è stata Entrecasteaux dove abbiamo trovato un bel B&B (ma di questo vi parlerò nei prossimi post).
Entrecasteaux si è rivelato una vera sorpresa.
Un piccolo  villaggio  nella valle della Bresque dominato dal castello  e circondato da colline boscose, olivi e vigne.

Noi ci siamo arrivati il 1 di agosto ed abbiamo scoperto che era il primo giorno di festeggiamenti della festa patronale di Saint Saveur.

Il villaggio per 4 giorni è stato al centro dei festeggiamenti: luna park, grigliate, orchestre, e chi più ne ha ne metta.

Un modo semplice e genuino di divertirsi al quale hanno partecipato tutti gli abitanti del villaggio e i turisti della zona, noi compresi.
Il castello e il giardino di Entrecasteaux





l'area dei festeggiamenti dedicata alla grigliata


Ciliegina sulla torta lo spettacolo pirotecnico, che mi ha riportato indietro di parecchi anni, all'ultima volta che ho assistito ai fuochi d'artificio così da vicino.  I fuochi sono stati lanciati dal giardino del castello così che il palazzo stesso ha contribuito ad una scenografia surreale e quasi fiabesca. Per quasi mezzora, adulti e bambini sono stati a nasi all'insù incantati dai giochi di colori che illuminavano il cuore di Entrecasteaux.

Condivido con voi questi scatti amatoriali, fortunatamente la mia cara Nikon ha fatto il suo dovere e sono riuscita a portare a casa il ricordo e l'emozione di quella serata.



giovedì 21 agosto 2014

Creatività, bene comune

In via Lagrange 12 a Torino stanno facendo dei lavori di ristrutturazione del palazzo e la palizzata che delimita il palazzo stesso ospita opere di giovani artisti dell'Accademia delle Belle Arti di Torino, tale galleria all'aria aperta ha nome "Creatività, bene comune".
Trovo che sia una bella idea, intanto per rendere gradevoli queste superfici che cintano cantieri e poi è una buona iniziativa per i talenti che hanno modo di avere visibilità e soddisfazione.

 Qui sotto "Urban I.N.R.I. di Alessio Moroni:

a seguire "Generazioni" di Stefano Allisiardi:

e ancora "Filanda" di Anna Savio


lunedì 11 agosto 2014

Provenza verde

Quando si parla di Provenza il pensiero corre spesso a vaste distese di campi fioriti di lavanda, proprio come questi


ma esiste anche una Provenza che è detta Verde in quanto ricca di boschi e foreste ed è la Provenza che si trova nel dipartimento del Var.
Qui l'attrazione per il turista è data dai villaggi medievali e dalle gole del Verdon.
Proprio le gole del Verdon sono state la prima tappa della nostra vacanza. 
Il Verdon scorre al fondo di profonde gole per una lunghezza di circa 25 km, creando un vero e proprio canyon, una voragine con falesie  dritte dritte a strapiombo  per poi creare lungo il suo percorso  ben cinque laghi artificiali utilizzati dall'EDF, l'ente francese per l'energia elettrica.


Le gole del Verdon si possono ammirare dall'alto percorrendo due strade con numerosi punti panoramici, comodamente in auto. La D952 è la strada che si snoda lungo la riva nord delle gole  mentre la D71 corre lungo la riva sud e prende il nome di Corniche Sublime. Le due strade percorse in sequenza formano un anello che cnsente di ammirare dall'alto le gole da diverse prospettive.
Noi abbiamo deciso di percorre per prima la Corniche Sublime partendo dal villaggio di Aiguines, 
Aiguines il villaggio che domina il lago di santa croce e dal quale parte la corniche sublime delle gole del Verdon
su questo lato delle gole i punti panoramici donano senz'altro immagini stupende;

veduta dalla terrazza del bar/ristorante Etroit des Cavaliers

fra i vari  punti  di osservazione sono impressionanti la veduta dalla terrazza a strapiombo del bar Etroit des Cavaliers
gola del Verdon fotografata dal tunnel della Fayet a 9+00 metri di altezza,  con all'orizzonte sulla sommità della falesia il bar Etroit des Cavalier
le vedute sul Verdon dai balconcini ricavati nel tunnel della Fayet



Altro punto d'osservazione è il ponte sull'Artuby un ponte lungo 110 metri e alto ben 182 metri



Il coloir Samson 
Qui i temerari ricoperti da mute da sub si calano in acqua per fare canoying

 il Point sublime del Coloir Samson a 787 metri di altezza, parcheggiata l'auto si segue il flusso dei turisti verso il belvedere
veduta dal point sublime
Continuando la strada si arriva a Palud sur Verdon da dove si imbocca la strada delle cretes, dove le deute del canyon sono meno spettacolari ma ugualmente interessanti, abbiamo infatti visto anche scalatori  appassionati di arrampicata



per chi poi oltre a guardare in basso il fiume si trovi ad alzare lo sguardo può capitare di riuscire ad avvistare l'avvoltoio fulvo


Altre foto dai punti panoramici successivi
Belvedere Guegues
Insomma la visita alle gole del Verdon si è conclusa verso il tardo pomeriggio con una

veduta sul lago di santa Croce

I forni

In questo Agosto la valle di Ala ha organizzato alcune manifestazioni per i suoi abitanti e i villeggianti estivi. In queste foto alcuni momenti del "erbada", balli e musiche eseguiti dai gruppi folcloristici di ala di Stura, nei loro bei costumi tradizionali.


Il gruppo folcloristico si è esibito nelle varie frazioni di ala dove in prossimità dei forni che un tempo servivano i singoli borghi (Villar, Mondrone) sono stati offerti dolci vari. All'interno dei borghi invece sono stati allestiti angoli suggestivi rievocanti antichi mestieri.

sabato 9 agosto 2014

Tomà

Tomà è una delle sei frazioni di Ala di Stura, nelle valli di Lanzo la si raggiunge in auto scendendo per la strada in località Martassina o  a piedi facendo una passeggiata dalla frazione Villar per una strada comoda ma sterrata che costeggia la Stura.
La Borgata si compone di alcune case tipiche di montagna su una di queste si può ammirare una gradevole meridiana. Attraversando il ponte si può scendere a piedi verso Villar e raggiungere così Ala di Stura.
Una passeggiata per nulla impegnativa e adatta a grandi e bambini.







Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata