Benvenuti nel mio blog!

Welcome! ... Bienvenue chez moi! ... Willkommen!... dobrodošli! ... Bienvenida! ...

Mi auguro che trascorrerete attimi piacevoli sul mio blog, dove troverete i miei hobbies, con foto di ricami, pittura su porcellana, ricette di cucina, le mie piante, le mie vacanze ...

I wish you a pleasant moments on my blog. You will find my hobbies with pictures of embroidery, painting porcelain, a few recipes, plants and flowers, my holidays ...


lunedì 22 aprile 2013

Lanzo - meridiana, marmitte dei giganti e ponte del diavolo


In una bella giornata di sole non c'è cosa migliore di una gita fuori porta, nella natura anche se a pochi chilometri dalla città.
Vi parlo di Lanzo Torinese, in questo paese alle porte della valle di Lanzo antico marchesato dei Savoia per tanti anni. Lanzo è interessante per la sua meridiana posta sul campanile della chiesa, per le marmitte dei giganti e per il ponte del Diavolo.
Il Ponte del Diavolo  fu edificato nel 1300  a spese della Castellania di Lanzo,   che per sostenere questa spesa impose una tassa sul vino per dieci anni. Il Ponte del Diavolo serviva a collegare Lanzo a Torino  superando la Stura.
Il ponte, ha una luce di 37 metri, un'altezza di 16, lunghezza di 65 e larghezza minima di 2,27, ha la caratteristica di essere stato costruito a schiena d'asino, si trova in una stretta gola con le pareti a precipizio scavata dalle acque del fiume Stura. Nel 1500 venne chiuso da una porta che serviva durante le epidemie per impedire il passaggio dei forestieri e preservare il paese.
Lo si raggiunge con una bella passeggiata (consigliate scarpe comode e senza tacchi) lungo le rive del fiume all'interno del parco di Lanzo, praticamente immersi nel verde, con lo splendito panorama delle montagne delle valli di Lanzo.
Il nome del ponte deriva dalla leggenda secondo la quale fu il diavolo  a costruire il ponte dopo che per ben due volte era crollato quello  appena costruito. In cambio il diavolo avrebbe preso con sé l'anima del primo a transitare sul ponte, e per questo venne fatto passare un cagnolino ciò provocò l'ira del  diavolo che avrebbe sferrato un gran calcio con una  sua zampa sulle rocce circostanti, ecco perchè la conformazione di una di queste rocce è detta impronta del diavolo.
 
 
 
Lungo il fiume, sotto il ponte, si possono ammirare dei  fenomeni geologici dovuti all'azione vorticosa che l'acqua  sulle rocce detti marmitte dei giganti.  Se ne possono contare una ventina.  Popolarmente le "Marmitte dei Giganti" sono considerate le pentole in cui il diavolo cucinò la minestra necessaria ai suoi aiutanti per la costruzione del ponte.
 
 
Ecco un collage di alcune immagini scattate a Lanzo: nella foto grande la caratteristica  stazione ferroviaria tuttora funzionante, nelle  foto piccole panorami nei dintorni del ponte del diavolo e al centro l'interno della stazione con la biglietteria di inizio 900.
 
 
L'idea per una bella gita.... a presto.

Nessun commento:

Daisypath Friendship tickers

Daisypath Anniversary tickers

Che tempo farà?

Award ...

Award ...
assegnatomi dal blog "Capricci a punto croce" di Stefania

Award ...

Award ...
assegnatomi dal blog "pezzepazze" di Elena

Award...

Award...
assegnatomi dal blog "l'incantesimo dello zucchero" di Rocco

Avviso

Questo Blog è un luogo virtuale in cui condividere le mie passioni con persone che hanno gli stessi miei interessi: lettura, uncinetto, pittura, cucina, etc etc; Viene aggiornato quando l'autore riesce a ritagliarsi un po' di tempo libero e quindi senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001. Le fotografie inserite nei post sono di proprietà dell'autore del Blog e pertanto non è consentita alcuna riproduzione senza il suo esplicito consenso.

L'autore del seguente blog NON percepisce alcun commissione dalle aziende dei prodotti rappresentati per realizzare recensioni, usare o mostrare tali prodotti e non ha alcun legame lavorativo o personale con esse.
Ci sono giorni memorabili nelle nostre vite in cui incontriamo persone che ci fanno fremere come ci fa fremere una bella poesia, persone la cui stretta di mano è colma di tacita comprensione e il cui carattere dolce e generoso dona alle nostre anime desiderose e impazienti una pace meravigliosa. Forse non le abbiamo mai viste prima e magari non attraverseranno mai più il sentiero della nostra vita; ma l'influsso della loro tranquillità e umanità è una libagione versata sul nostro malcontento, e sentiamo il suo tocco salutare come l'oceano sente la corrente della montagna che rinfresca le sue acque salate. Helen Keller
by Renata